Fisco e controlli, ecco tutti quelli che stanno arrivando

di pask Commenta

All’interno del documento che è stato ribattezzato come Piano delle Performance 2021-2023, si può notare come l’Agenzia delle Entrate vada a fissare una serie di obiettivi per quanto riguarda l’annosa quesitone della lotta rispetto all’evasione fiscale.

Sono qualcosa come 340 mila i lavoratori autonomi, così come le piccole imprese che sono finite nel mirino dell’Agenzia delle Entrate. Secondo quanto riportato dai principali organi di stampa, l’obiettivo numero uno del Fisco per il triennio che va dal 2021 fino al 2023 è essenzialmente quello di controllare in maniera capillare centinaia e centinaia di partite Iva. Una misura che vuole essere un modo per combattere il più possibile l’evasione fiscale.

Molto interessante sottolineare come le varie attività che mirano a recuperare una parte quantomeno del sommerso saranno strettamente legate con l’implementazione dell’adempimento collaborativo, uno degli strumenti su cui maggiormente l’Agenzia delle Entrate e che avrebbe già dato un gran numero di frutti positivi nel corso degli ultimi anni.

L’obiettivo principale è quello di comprendere in tale periodo di riferimento anche una buona percentuale di modelli F30 precompilati che sono stati inviati dai contribuenti. Ecco spiegata la ragione per cui il Fisco mira a coinvolgere in maniera sempre più evidente e importante un numero sempre maggiore di soggetti economici, basti pensare agli istituti scolastici ad esempio, in riferimento all’invio di tutte quelle indicazioni e informazioni che servono per predisporre le dichiarazioni precompilate.