Il Durc sarà inviato tramite posta elettronica

di Redazione 1

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva (Durc) ha ora la possibilità di “viaggiare” anche attraverso la casella di posta elettronica: da pochissimi giorni, infatti, è possibile rivolgersi direttamente all’Inail per ottenere il documento in questione mediante la Posta Elettronica Certificata (Pec), attraverso un’apposita firma digitale. Questa estate, al contrario, l’argomento in questione era sempre attuale, ma in relazione a un’altra fattispecie, visto che vi furono le precisazioni dell’Inail sul Durc e il sisma di maggio. Tutte le operazioni potranno essere perfezionate sul web, affidandosi al sito dello sportello unico previdenziale per la precisione.

Per il momento, comunque, le uniche abilitazioni le vantano le stazioni appaltanti e le amministrazioni che sono relazionate alle imprese non edili. L’istituto ha precisato ogni singolo dettaglio in un’apposita nota. D’ora in poi, dunque, il nuovo canale di consegna del Durc sarà operativo sulle caselle mail. Il recapito del documento attraverso la Posta Elettronica Certificata da parte dell’Inail è una operazione indispensabile per il possesso di condizioni ben precise e determinate. Per quel che concerne le istruzioni valide dal punto di vista operativo, il servizio di recapito in questione può essere utilizzato quando i soggetti hanno a disposizione un’utenza del tipo stazione appaltante o amministrazione procedente, verificando sempre che nel profilo anagrafico del profilo siano presenti alcuni elementi: anzitutto, la struttura di appartenenza deve essere identificata in modo puntuale e corretto (denominazione dell’ente e dipartimento dell’ufficio).

Inoltre, l’indirizzo Pec della struttura di appartenenza deve essere inserito e allo stesso tempo corretto. L’aggiornamento dei dati e delle informazioni sarà possibile seguendo il percorso relativo alle gestioni anagrafiche: in loro assenza, invece, il Durc sarà recapitato all’indirizzo di Pec che è registrato, mentre senza alcun tipo di indirizzo, è necessario indicare con precisione la struttura che è sovraordinata in senso gerarchico alla stazione appaltante o all’amministrazione procedente, con quest’ultima che avrà l’onere di trasmettere il documento contributivo.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.