Cinque per mille 2009: ultime ore per inviare la dichiarazione sostitutiva

di giannip 2

Per gli enti del volontariato e per le associazioni sportive dilettantistiche mancano oramai poche ore per mettersi in regola con l’invio della dichiarazione sostitutiva in virtù della quale sarà possibile accedere per l’anno 2009 al beneficio del cinque per mille. L’ultima data utile, infatti, è quella di domani, 30 giugno 2009, ragion per cui il legale rappresentante dell’ente o dell’associazione deve provvedere, qualora non l’avesse fatto, ad inviare il modulo debitamente compilato e sottoscritto. Il modello conforme, tra l’altro, è disponibile sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, ed una volta compilato e sottoscritto deve essere altresì corredato di una fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità; il documento, chiaramente, deve essere quello della persona che sottoscrive il modulo. Il modulo di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, ai fini dell’accesso al cinque per mille 2009, è fondamentale affinché l’ente del volontariato o l’associazione sportiva dilettantistica confermi ed attesti di avere anche per il 2009 i requisiti che danno diritto al beneficio.

In particolare, per quanto riguarda gli enti del volontariato il modulo compilato e sottoscritto, unitamente alla fotocopia del documento di riconoscimento, deve essere inviato all’Agenzia delle Entrate a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata all’Ufficio regionale delle Entrate che compete per territorio. Il discorso cambia invece per le associazioni sportive dilettantistiche; in tal caso, infatti, il modulo ed il documento, sempre a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, devono essere inviati, sempre e comunque entro domani, 30 giugno 2009, all’ufficio del CONI che compete per territorio.

Chiaramente, la data di invio della documentazione, sia per le associazioni sportive dilettantistiche, sia per gli enti del volontariato, sarà quella riportata sul timbro postale. I beneficiari, inoltre, devono essere già stati inseriti negli appositi elenchi che l’Agenzia delle Entrate ha provveduto a pubblicare on line nello scorso mese di maggio; in tutto sono ben 46.361 suddivisi tra enti della ricerca, associazioni sportive dilettantistiche, gli 8100 comuni italiani, gli enti del volontariato e gli enti dell’Università e della ricerca.

Commenti (2)

I commenti sono disabilitati.