Bonus Bebè, rinnovato per il 2014. I requisiti

di Redazione Commenta

Anche per quest’anno è stato rinnovato il Bonus Bebè 2014 o Fondo Nuovi Nati che spetta a tutti i genitori dei figli nati o adottati nel 2012, 2013 e 2014. Il Bonus Bebè è un prestito agevolato del valore di 5.000 euro e va restituito in cinque anni con tassi vantaggiosi. Può essere richiesto dalle famiglie con nuovi nati o adottati nel 2012, 2013 e 2014. Infatti, tutti i genitori di bambini nati o adottati nei suddetti anni possono avere il finanziamento previsto fino a 5.000 euro da restituire entro 5 anni con tassi d’interesse ridotti, che prevedono una Taeg inferiore almeno del 50% al TEGM.

Bonus bebè: Agenzia Entrate estranea a domande restituzione

Per ogni bambino nato o adottato in questo periodo di tempo è previsto un solo Bonus Bebè. Le famiglie che vogliono avvalersi del prestito agevolato nuovi nati devono prendere contatti con una delle banche aderenti all’iniziativa entro il 30 giugno successivo alla nascita o adozione del bambino. Lo Stato, in ogni caso, prima di che sia elargito il prestito agevolato nuovi nati, prevede che la banca aderente effettui i controlli necessari circa la presenza delle condizioni per erogare il finanziamento.

Bonus bebè: restituzione, Giovanardi scrive ai genitori

La domanda per richiedere il Bonus Bebè 2014 non dovrà più, come negli passati, essere presentata all’Inps, ma presso una delle banche aderenti all’iniziativa. Per accedere ai prestiti agevolati nuovi nati quindi bisogna recarsi presso una delle filiali delle tante banche aderenti e compilare la domanda. Sul sito istituzionale Fondo Nuovi Nati è possibile consultare l’elenco completo degli istituti bancari aderenti alla campagna di finanziamento.