La Lega lancia la battaglia anti-Imu

di Laura 1

La Lega Nord alza un coro di polemiche verso quella che é stata definita dallo stesso Monti come la manovra che salverà l’Italia dal tracollo: il “Parlamento della Padania”, come viene definito dal coordinatore delle segreterie della Lega Roberto Calderoli, valuterà le proposte per realizzare una protesta contro l’introduzione dell’Imu sulla prima casa. Il coordinatore sottolinea che siamo in presenza di una manovra vessatoria e per la quale sono giunte all’ufficio di presidenza del “Parlamento della Padania” diverse richieste (le virgolette sono d’obbligo in quanto come sappiamo non si tratta di un’istituzione governativa, ma del modo con cui i leghisti chiamano un organismo interno al loro partito).

Richieste da parte di cittadini, sindaci e consiglieri comunali, con lo scopo di coordinare un’azione di protesta fiscale: la Lega quindi ha deciso di presentare proposte che verranno poi esaminate dal “Parlamento della Padania”, nella prossima seduta già fissata per la data di sabato 28 gennaio 2012.

La Lega Nord ha depositato una mozione urgente, sulla quale chiederà le firme di tutti i gruppi consiliari – ha sottolineato Matteo Salvini, eurodeputato del Carroccio e consigliere del Comune di Milano – per impegnare il sindaco e la giunta a ridurre ai minimi previsti per legge l’odiosa tassa sulla casa reintrodotta dal governo dei banchieri. Vedremo nei prossimi giorni chi davvero vorrà aiutare economicamente i cittadini milanesi e chi invece preferirà spennarli. Le prime stime   indicano in circa 230 euro la cifra che ogni famiglia dovrà sborsare per l’Imu, ma dato che è facoltà dei Comuni dimezzare o aumentare del 2‰ l’aliquota base del 4‰ prevista per le abitazioni principali, chiederemo a sindaco e giunta di stabilire, sin da ora, l’abbassamento dell’aliquota base per la prima casa dal 4‰ al 2‰. E può essere che si giunga a optare per una vera e propria disobbedienza fiscale, chiedendo ai cittadini di non pagare.

 

 

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.