Irpef, cosa prevede il bonus di Renzi

di Redazione Commenta

Nel nuovo Def , il Documento di Economia e Finanza, Matteo Renzi ha chiarito e dimostrato in numeri una buona parte dei comunicati emessi fino adesso. Tra questi non poteva certo non esserci il bonus Irpef, cioè le detrazioni su questa tassa di cui usufruiranno una parte dei contribuenti italiani.

Le coperture quindi ci sono e si attende ormai solo il decreto attuativo per l’Irpef, che dovrebbe arrivare non più tardi del 18 aprile, in modo che questo piccolo aumento del reddito mensile possa partire già da maggio 2014. Matteo Renzi ha definito questo suo provvedimento come una ‘quattordicesima’ per gli italiani, che dovrebbe dare una spinta per rimettere in moto i consumi in Italia e dare avvio alla ripresa economica. Vediamo allora chi beneficerà di questo aumento e come sarà erogato.

Calcolo acconto irpef

A chi spetta il bonus Irpef? Il bonus Irpef spetterà a tutti i lavoratori dipendenti, indipendentemente dal tipo di contratto, che hanno un reddito annuo inferiore a 25.000 euro, ovvero tutti coloro il cui stipendio mensile non supera i 1.500 euro.

Si tratta, quindi, di un’importante fetta di lavoratori italiani, circa 15 milioni, a cui si aggiungono anche i 4 milioni di contribuenti incapienti (ovvero coloro il cui reddito è inferiore agli 8.200 euro all’anno), anche se questa seconda fascia di aventi diritto potrebbe essere molto più ampia.

Come verrà erogato il bonus Irpef? Gli effetti dell’arrivo del bonus Irpef si vedranno a partire da giugno 2014, ovvero quando i lavoratori dipendenti riceveranno la busta paga relativa a maggio. L’aumento deriva da maggiori detrazioni sull’Irpef he, a fine anno, dovrebbe arrivare ad un totale di 1.880 euro, quindi circa 87 euro al mese.