Gran Bretagna: aumento fiscale per chi non risparmia energia

di Redazione Commenta

Da ora in poi, nelle abitazioni britanniche si comincerà a fare sul serio: gli sprechi di energia non saranno più tollerati, anzi, i proprietari meno virtuosi in questo senso saranno costretti a versare al Fisco tasse più alte. L’incremento tributario non è certo indifferente, visto che sono previste migliaia di sterline in aggiunta alle somme normali per quegli immobili che non risulteranno isolati in modo adeguato. Il risparmio energetico viene dunque visto come una priorità dal governo di Londra, anche se bisogna sottolineare che il ravvedimento sarà sempre possibile; in effetti, il denaro pagato per queste multe potrà essere agevolmente recuperato nel caso di miglioramenti apportati all’edificio. Si sta proprio pensando a tutto per realizzare questa iniziativa, visto che uno specifico programma consentirà di verificare quali sono le zone della casa dove si disperde la maggior quantità di calore, in modo da intervenire prontamente.


Tra l’altro, si sta tentando di correre ai ripari di fronte alla precaria condizione in cui versa il settore dei materiali isolanti e dei loro incentivi e sovvenzioni: l’imposta aggiuntiva sarà pari a mezzo punto percentuale in più rispetto al punto più alto della relativa tassa da pagare, uno 0,5% da restituire con gli opportuni lavori richiesti.

Gli edifici coinvolti saranno poco meno di quattro milioni, ma si andrà a intervenire soprattutto nell’ambito di quelli che appartengono alle fasce F e G per quel che concerne l’efficienza di energia (la multa viene evitata soltanto nell’ipotesi in cui non si va oltre la fascia E, visto che un apposito certificato immobiliare suddivide le abitazioni in sette categorie). Secondo quanto stimato dall’Energy Saving Trust, soltanto nel 2009 l’85% delle case britanniche delle ultime due fasce hanno migliorato la loro situazione spendendo meno di 5.000 sterline, mentre il resto del totale deve versare il doppio di questa cifra per essere nuovamente in regola con gli standard energetici.