Decreto Fisco, ancora un mese per il pagamento delle cartelle sospese

di pask Commenta

Arrivano notizie particolarmente interessanti da parte della Commissione Finanze del Senato, che ha dato il suo ok a due riformulazioni del Governo. Il voto che riguarda queste proposte di modifica, però, sta continuando in maniera piuttosto complicata, per via del fatto che l’opposizione sta mettendo in atto una vera e propria manovra ostruzionistica.

Quindi, viene ritardato di una decina di giorni il pagamento della rottamazione-ter, così come del saldo e stralcio, che in realtà era previsto per oggi. La commissione Finanze del Senato, infatti, ha dato il via libera a un emendamento del Governo che riguarda il decreto Fiscale, che va ad allungare fino al prossimo 9 dicembre, una scadenza che in realtà si può facilmente traslare fino al 14 dicembre visto che si devono considerare anche i cinque giorni classici di tolleranza, il versamento.

Una riformulazione che, quindi, non fa altro che allungare le tempistiche in relazione al pagamento delle cartelle che sono state sospese nel corso dell’emergenza sanitaria correlata alla pandemia da Coronavirus, che l’Agenzia delle Entrate ha cominciato a spedire a partire dallo scorso mese di settembre. Gli effetti di tali notifiche assumeranno carattere operativo nel giro di 180 giorni, rispetto ai cinque mesi che erano stabiliti da parte della prima versione di tale Decreto.