Cinque per mille: iscrizione enti entro il 20 aprile

di giannip 1

Con la Legge Finanziaria del 2006, lo Stato ha stabilito di destinare in base alla scelta del contribuente, una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a finalità di sostegno di particolari enti. Si tratta di una forma di finanziamento che non comporta oneri aggiuntivi al contribuente, difatti, tramite la compilazione dell’apposita sezione nella dichiarazione dei redditi, il contribuente sceglie semplicemente la destinazione di una quota della propria IRPEF che ha già pagato.

Quali sono gli enti beneficiari? Il palco dei partecipanti é variegato: vi sono anche numerosi enti non Onlus come ad esempio associazioni di promozione sociale ed associazioni di volontariato. La somma comunque é per il sostegno dei quattro settori rappresentativi del:
* volontariato;
* ricerca sanitaria;
* ricerca scientifica;
* attività sociali svolte dai comuni di residenza del contribuenti.

Il cinque per mille non sostituisce l’otto per mille. Difatti la nuova norma, istitutiva del cinque per mille non sostituisce, ma affianca, il meccanismo dell’otto per mille, infatti è possibile utilizzarli entrambi in modo da destinare parte delle proprie imposte per fini diversi. Effettuare la scelta é semplice: occorre compilare le apposite sezioni integrative nei modelli che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione per la dichiarazione ed il pagamento delle imposte: il CUD, il 730/1-bis, il modello Unico persone fisiche. Il contribuente, oltre a scegliere la finalità di destinazione apponendo la propria firma in una delle aree previste, può scegliere il soggetto (organizzazione, ente, associazione) indicando il codice fiscale dello stesso.

La lista degli enti beneficiari é chiusa? No, parte infatti la campagna per l’iscrizione al cinque per mille 2009 (daffettuarsi entro il 20 aprile). L’iscrizione dovrà avvenire utilizzando i servizi telematici (Fisconline o Entratel) o ricorrendo agli intermediari autorizzati. Sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it sono disponibili il nuovo modello di iscrizione, le istruzioni e il software per la compilazione.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.