Agenzia delle Entrate premierà progetti per un Fisco migliore

di Redazione Commenta

Premiati i progetti che nel 2015 hanno contribuito maggiormente alla realizzazione della mission istituzionale dell'Ente.

Si chiama “Noi per il merito”, ed è il premio assegnato a sette progetti (su 31 concorrenti) che durante il 2015 hanno contribuito maggiormente alla realizzazione della mission istituzionale dell’Agenzia delle Entrate. Tutti fortemente connotati per passione, dedizione, capacità di sviluppare idee nuove e best practice.

Tuttavia a riconoscere il merito sono stati gli stessi colleghi: la classifica finale è il risultato del voto dei dipendenti delle Entrate – quasi cinquemila le preferenze raccolte – sulla rete Intranet dell’Agenzia.
I finalisti sono stati premiati in mattina dal vice ministro dell’Economia, Luigi Casero, dopo l’intervento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, che ha sottolineato il valore dello spirito di squadra dei protagonisti dell’edizione 2016.
In realtà è dal 2009 l’Agenzia dedica un riconoscimento ufficiale ai suoi funzionari più meritevoli. A partire dal 2014, però, l’accento è stato messo sul “lavoro di squadra”. Tra i criteri di valutazione spiccano infatti la possibilità dell’iniziativa di diventare una best practice replicabile negli altri uffici/team dell’Agenzia, di promuovere il senso di appartenenza dei dipendenti e di incidere sul miglioramento della tax compliance e del rapporto di fiducia fra il Fisco e i contribuenti.
Qui di seguito le schede informative sui sette progetti vincitori predisposte dall’agenzia delle Entrate.

“Per la legalità”: il caso “Castello di Miasino”
 Progetto promosso dalla Direzione regionale del Piemonte
 Sfera di azione: Fiscalità immobiliare
 Team premiato: Giacomo Tarantino, Salvatore Dispenza, Paolo Rabellotti
L’attività dell’Agenzia delle Entrate è stata fondamentale per restituire alla collettività un bene immobile di rilevante valore storico–culturale, il Castello di Miasino, confiscato alla criminalità organizzata nel 2005. I funzionari delle Entrate hanno sviluppato una procedura operativa ad hoc per regolarizzare urbanisticamente e catastalmente l’immobile. Grazie al loro lavoro, il castello è stato affrancato dalle difformità catastali ed è stato ufficialmente consegnato dall’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata alla Regione Piemonte, assegnatario definitivo del bene.

Noè – Notifiche elettroniche
 Progetto promosso dalla Direzione centrale Tecnologie e Innovazione
 Sfera di azione: Coordinamento e supporto
 Team premiato: Roberto Cosci, Giuseppe Lamberti, Maura Bizzarri
La procedura Noè nasce con l’obiettivo di gestire l’intero processo di notifica degli atti (giudiziari e non), dalla stampa delle buste e cartoline, all’aggiornamento del registro cronologico e alla rendicontazione di tutte le spese postali, compresa la posta ordinaria. L’applicazione, che unisce spirito di iniziativa e innovazione tecnologica, è in uso in molte strutture su tutto il territorio nazionale, con quasi 4mila utenti e oltre 130mila inserimenti di notifiche/posta già effettuate.

Noblesse Oblige
 Progetto promosso dalla Direzione regionale della Liguria
 Sfera di azione: Accertamento
 Team premiato: Silvana Trematerra, Paolo Marabello, Ilaria Cucchi
Il progetto si è concentrato sul recupero a tassazione dei redditi derivanti da un ingente patrimonio mobiliare e immobiliare. Tramite l’indagine, portata avanti con la collaborazione di diversi uffici, è stato possibile ricostruire un quadro societario di notevole ampiezza e rilevanza patrimoniale. Il lavoro di squadra, l’impegno e la capacità di coordinamento delle strutture coinvolte hanno permesso di ottenere risultati importanti, recuperando oltre 9 milioni di euro.

S.C.R.I.Vo.
 Progetto promosso dalla Direzione regionale della Toscana
 Sfera di azione: Accertamento
 Team premiato: Giuseppe De Luca, Fiorella Calò, Maria Grazia Telese
S.C.R.I.Vo. è l’acronimo di Sistema di Controllo e Riscontro Istanze di Voluntary. La procedura è stata creata per ottimizzare la lavorazione delle istanze di collaborazione volontaria dei contribuenti che detengono illecitamente patrimoni all’estero e che vogliono regolarizzare la propria posizione. Il gruppo di lavoro ha gestito circa 800 richieste di abilitazione alla procedura provenienti da 76 Uffici in 18 Regioni. Al progetto S.C.R.I.Vo. è andato inoltre il Premio speciale “Filippo Caporali”, dedicato alla figura indimenticabile di un collega prematuramente scomparso e ideatore dell’iniziativa presentata dalla Direzione regionale Toscana. In occasione della giornata dedicata ai lavori di squadra più meritevoli, è stato presentato anche il video vincitore del concorso regionale Fisco e Scuola del Piemonte 2016. Un video dal titolo “Al ladro al ladro!” realizzato dagli studenti dell’Istituto “Carlo Ignazio Giulio” di Torino che attraverso un linguaggio immediato ed esplicito veicola un messaggio diretto e inequivocabile: chi non paga le tasse ruba.

Consulenza e assistenza per la realizzazione dell’evento Expo 2015
 Progetto promosso dalla Direzione regionale della Lombardia
 Sfera di azione: Consulenza
 Team premiato: Roberta Di Filippo, Alessandra Cucca, Carmelo Corvaia, Salvatore Musumeci
Il progetto è nato per rispondere alla richiesta di collaborazione della società Expo2015 e ha permesso alle Entrate di partecipare alla realizzazione dell’esposizione universale che si è svolta a Milano dal 1º maggio al 31 ottobre 2015. L’Agenzia ha offerto una consulenza immobiliare per il sito espositivo e durante la manifestazione è stata presente con uno sportello multilingue di assistenza e consulenza fiscale agli espositori.

Revisione del classamento degli immobili adibiti ad attività ricettiva extra-alberghiera nel centro storico del Comune di Venezia
 Progetto promosso dalla Direzione regionale del Veneto
 Sfera di azione: Fiscalità Immobiliare
 Team premiato: Stefano Centasso, Federica Di Napoli, Roberto Maso
Nel 2012 l’Agenzia ha avviato un’analisi delle caratteristiche delle unità immobiliari a destinazione ricettiva extra-alberghiera, site nel centro storico di Venezia, con lo scopo di rivederne la classificazione catastale. La mole di dati raccolta è stata trattata in maniera innovativa dagli uffici delle Entrate, che hanno operato sia all’interno di un database geografico integrato, sia attraverso sopralluoghi esterni in tutto il territorio lagunare. In questo modo i funzionari del Fisco sono riusciti a riclassare 725 unità immobiliari, con un incremento della rendita accertata del 60%.

Bitter Fruit
 Progetto promosso dalla Direzione centrale Accertamento
 Sfera di azione: Accertamento
 Team premiato: Andrea De Leva, Claudio Vannucci, Massimo Maria Bonato, Antonio Montuori
L’indagine ha ricostruito il modello organizzativo di una delle più importanti multinazionali al mondo, dotata di una struttura societaria particolarmente complessa. L’operazione si è conclusa con l’accettazione dei rilievi formulati dall’Agenzia da parte della multinazionale, che da una posizione di chiusura è pervenuta a un atteggiamento di compliance, anche in virtù della completezza e qualità delle contestazioni mosse dalla nostra Amministrazione.