Niente contanti per le pensioni sopra i 1000 euro

di giannip 1

Da giorni le polemiche imperversano sul web per il nuovo provvedimento del Governo Monti riguardo le pensioni sopra i 1000 euro. In sostanza, chi riceve dall’INPS una cifra superiore (per la precisione a 980 euro) non potrà ritirarla in contanti ma dovrà essere necessariamente erogata per vie diverse.

In particolare la scelta che i pensionati possono fare è tra l’apertura di un conto corrente per l’addebito della cifra, l’apertura di un libretto postale oppure la sottoscrizione di una carta ricaricabile. Dopo aver scelto il canale preferito, bisognerà recarsi all’ufficio dell’INPS più vicino per comunicare la decisione, o, in alternativa, eseguire la procedura on-line creata ad-hoc.

La svolta è sicuramente importante; la fila alle Poste per ritirare la pensione è un (odiato) classico italiano e sicuramente da questo lato gioverà il provvedimento preso. Il rovescio della medaglia è ovviamente la cessazione di un’abitudine che getta nello sconforto i meno preparati e gli abitudinari, che si trovano magari a dover intraprendere forzatamente un rapporto con un’istituto bancario o con le Poste Italiane che fin’ora potevano evitare. A questo ovviamente si aggiungono le spese di gestione del nuovo rapporto che in certi casi, se non si fa’ attenzione, sono esagerati.

Mentre i sindacati indagano sulla legittimità del provvedimento, le banche si preparano; i maggiori istituti di credito promettono conti correnti a “zero spese” (esclusi i bolli statali, ovviamente) dedicati proprio ai pensionati che si troveranno in difficoltà a dover scegliere, anche se il fatto di non ricevere più i famosi “contanti” porterà sicuramente un certo disagio, almeno nei primi tempi, agli abitudinari.

Un aspetto indiscutibilmente positivo che potrebbe mettere tutti d’accordo riguarda la sicurezza nei confronti delle rapine; si stima infatti che nel 2011 queste siano cresciute del 17% rispetto all’anno precedente e considerando i tempi altrettanto poteva essere l’incremento nel 2012, ma l’assenza del contante non potrà che far migliorare la situazione sotto questo punto di vista.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.