Inail Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

di giannip 1

Cos’è e a cosa serve

L’Inail si occupa di tutelare nel nostro Paese i lavoratori dagli infortuni per tutte quelle attività che vengono giudicate come rischiose. Ovviamente ci sono lavori che possono essere più o meno rischiosi di altri In Italia tutti i lavoratori dipendenti, ma anche quelli parasubordinati che prestano servizio in ambienti e luoghi di lavoro giudicati a rischio, devono essere necessariamente assicurati all’Inail contro gli infortuni, pena sanzioni amministrative. Oltre a garantire la copertura dai rischi sul lavoro, l’Istituto si occupa di promuovere iniziative per la riduzione del tasso di infortuni, del reinserimento nel mondo occupazionale di persone vittime di infortunio sul lavoro.

Assicurazione Inail, di cosa si tratta

L’assicurazione Inail come appena sottolineato copre il rischio di infortunio sul lavoro, ma non solo. Sono compresi nell’assicurazione anche i casi di malattie contratte sul posto di lavoro, le cosiddette malattie professionali.

Malattie professionali

Sono quelle patologie dovute alla presenza di fattori nocivi o rischiosi all’interno dell’ambiente di lavoro. Tali malattie si scatenano solitamente durante lo svolgimento in ambienti di lavoro non igienici, sistemi di sicurezza carenti, elevati ritmi di lavoro. Nel caso di malattia professionale è necessario informare il datore di lavoro entro 15 giorni dal manifestarsi della malattia. Il datore dovrà darne notizia all’INAIL.

Risarcimenti Inail

L’assicurazione Inail non è importante solamente per il lavoratore, che in caso di infortunio può essere risarcito, ma anche per il datore di lavoro in quanto grazie ad essa egli sarà esonerato dai danni che subiscono i dipendenti sul posto di lavoro. L`assicurazione per il lavoratore sorge automaticamente con l`instaurazione del rapporto di lavoro, data dalla quale il nostro datore di lavoro ha cinque giorni di tempo per darne comunicazione all`INAIL. Il datore dovrà adottare sul posto di lavoro tutte le misure di sicurezza. Gli infortuni sul lavoro possono verificarsi per fatalità o essere attribuibili al mancato rispetto di norme antinfortunistiche, in quest’ultimo caso c’è la responsabilità del datore e vi potrà essere un risarcimento determinato in base alle regole sulla responsabilità civile.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.