Cosap: occupazione di aree pubbliche

di giannip 2

Il COSAP è il Canone per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche che gli Enti richiedono a tutti coloro intendano occupare il suolo pubblico. Il canone non è però una tassa. Il canone é appunto un importo annuo che va corrisposto all’Ente e quindi le tariffe sono stabilite dall’Ente di riferimento e sono fisse annualmente (canone fisso).

Chi deve pagare la tassa?

Sono soggette alla tassa le occupazioni effettuate nelle strade, nei corsi, nelle piazze, quindi sui beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile dei comuni e delle province. Occupazioni di spazi soprastanti il suolo pubblico, con esclusione dei balconi, verande. Ma non solo, la tassa si applica alle occupazioni realizzate su tratti di aree private sulle quali risulta costituita, nei modi e nei termini di legge, la servitu’ di pubblico passaggio.

Le occupazioni di spazi ed aree pubbliche possono essere:
a. permanenti quando hanno carattere stabile (almeno un anno) sia che comportino o meno
l’esistenza di manufatti o di impianti;
b. temporanee se effettuate per una durata inferiore all’anno.

A chi pagare?

La tassa é dovuta al comune o alla provincia dal titolare dell’atto di concessione o di autorizzazione.

Quanto pagare?

Il Canone di solito è commisurato all’importanza delle aree e degli spazi pubblici sui quali si effettua l’occupazione, alla superficie occupata, espressa in metri quadrati o lineari e come abbiamo visto alla durata dell’occupazione.
d) Al valore economico della disponibilità dell’area, al sacrificio imposto alla collettività dall’occupazione stessa e al tipo di attività esercitate dai titolari delle concessioni anche in relazione alle modalità di occupazione.

Cosa occorre per richiedere una postazione? Nella domanda il richiedente deve indicare:

* una domanda appositamente redatta che indichi il nome, il cognome, il luogo e la data di nascita, la residenza o domicilio ed il recapito telefonico. In caso di impresa indicare la ragione sociale e la sede legale;
* il codice fiscale e l’eventuale partita IVA;
* l’area o spazio pubblico che si intende occupare;
* il tipo di occupazione e le finalità della stessa;

Commenti (2)

  1. la tassa sui passi carrabili che nel 2010 è stata sospesa nella provincia di frosinone,il 2011 si deve ripagare?

I commenti sono disabilitati.