Canone Rai: per la disdetta basta poco

di giannip 24

Ritengo che il canone Rai si debba pagare, ma bisogna verificare la qualità del servizio offerto dalla tv pubblica altrimenti c’è il rischio che il cittadino si possa ribellare non pagando il canone e mettendo in crisi la tv pubblica, che ha già dei conti molto difficili. Qualità del servizio che la televisione pubblica deve dare proprio perché c’è il canone che viene pagato dal cittadino. E proprio perché non si deve rompere questo patto tra gli ascoltatori e la Rai, è necessario responsabilità. Dove andremmo a finire se ci fosse una disdetta di abbonamenti che non facesse più tornare i conti della Rai?

Afferma il ministro per lo Sviluppo Economico Claudio Scajola.

Sì perchè per fare disdetta del canone Rai basta veramente poco: carta, penna e solo 5,16 euro per spedire la raccomandata. Lo conferma anche l’ex pm Antonio Di Pietro che solo alcuni giorni fa ha affermato:

Non pago più, disdico e guardo solo Sky.

Per disdire occorre una raccomandata con ricevuta di ritorno intestata all’Agenzia delle Entrate, Ufficio Torino 1 – Sat sportello abbonamenti tv Casella postale 22, 10121 Torino.

Basta scrivere così:

Il sottoscritto ________, residente in via _________,

chiede la cessazione del canone tv e di far suggellare il televisore detenuto presso la propria abitazione. Si fa presente che non si possiede nell’abitazione del sottoscritto nessun altro apparecchio atto e adattabile alla ricezione delle radioaudizioni.

A tale scopo ha corrisposto l’importo di euro 5,16 a mezzo vaglia postale n°___________ in data _________ sul quale é indicato il numero di ruolo dell’abbonamento.

Dichiaro altresì di non essere più in possesso del libretto di abbonamento e chiedo a norma degli art. 2 e 8 della legge 241/90 quale procedimento amministrativo intende seguire l’Urar tv ai fini del completamento di quanto disposto dall’art. 10 del Regio Decreto n° 246 del 21 febbraio 1938.

Così si sta attrezzando già qualcuno che non desidera più ricevere il segnale della tv pubblica.

Commenti (24)

  1. Sapevo che anche questa era una tassa di possesso sul televisore e non una tassa sulla visione della RAI che si può disdire motivando un passaggio a Sky.
    Mi sono perso qualcosa?

  2. Se rilegge il post con attenzione noterà che nella lettera di disdetta da inviare non si fa riferimento a nessun passaggio a Sky.

  3. Mi riferivo alla dichiarazione di Di Pietro, non al vostro articolo.
    Quindi mi confermate che quanto dichiarato da Di Pietro non è cosa fattibile nei termini di legge?

  4. Ovviamente non sono necessarie motivazioni alla disdetta del canone. Di Pietro ha dato la sua, é abbastanza evidente che ha voluto lanciare una provocazione e a quanto pare ci é riuscito bene.

  5. Che significa far “suggellare” il televisore?
    Che lo rendono inutilizzabile?
    Se Di Pietro ha disdetto il canone e si guarda sky con quale televisore (o altro apparecchio atto e adattabile alla ricezione delle radioaudizioni) lo guarda?

    A me sembrano scemenze.

    Strano che le dichiarazioni di scajole non siano uscite dopo il flop di porta a porta ma dopo la messa in onda di annozero (che gli ascolti li ha fatti).

    Poi decidiamoci: dobbiamo parlare di qualità o di ascolti?

    Perchè se parliamo di qualità non so cosa salverei…

  6. Ladri. Se io non voglio più vedere la RAI non possono suggellarmi il televisore. Io il televisore l’ho pagato e me lo voglio tenere. Voglio guardarmi un DVD, giocare con le console, attaccarci il PC, e vedere i canali gratuiti.

  7. D’accordissimo con Mattia: se uno uno non vuol vedere la Rai non può vedere altri canali e avere tranquillamente un televisore?? Che vergogna, ma quale democrazia, ma quale potere del popolo, ma quale libertà…L’Italia é una repubblica antidemocratica fondata sulla disoccupazione…e soprattutto IPOCRITA.

  8. E ancora: dicono che il canone Rai non sia giusto come appellativo perchè in realtà il canone altri non sarebbe che la tassa di possesso del televisore, da pagare quindi anche se ho una tv vecchia in cantina……allora perchè ogni anno la rai in pubblicità ci ricorda di pagare il “Canone Rai” dicendo che sta cercando di offrirci un buon servizio? Nella pubblicità collega direttamente la tassa con la visione della tv pubblica e non fa capire minimamente che si tratti di una tassa di possesso ma una tassa sul servizio, Rai appunto. VERGOGNAAAAAAAAAA
    A chi va ancora a votare durante le elezioni: Smettetela di regalare il vostro voto a l’uno e l’altro e facciamo una bella rivoluzione, niente voti e vedete tutti i politici poi come alzano le chiappe per sistemare un pò di cose! Rivoluzione!

  9. E’ la tassa di possesso la vera vergogna legislativa (anticostituzionale secondo me). Compro un prodotto (tv) e poi ogni anno pago una tassa per tenerlo, (non per vedere).
    Perche’ non metterla anche alla lavastoviglie, il frigo, la caldaia, sulle
    scarpe???
    Dico a Di Pietro (che sta in parlamento) che e’ qui il vero problema.
    Alla rai vedo programmi ….per vecchi e giovani rincoglioniti…….”affari tuoi”,”x factor”,”porta a porta”, tanta pubblicita’, ma se voglio vedere una partita di calcio devo pagare a mediaset o a sky. Telegiornali pietosi, so tutto delle “escort” o della “prostata del papa”, delle sparate dei vari politici o delle finte influenze e dei costosi vaccini. Per vedere un telegiornale decente su cosa e’ successo nel mondo devo poi andare sul satellitare, euronews, bbc etc.
    Spriamo che con l’ avvento del digitale terrestre cambi qualche cosa, pagare per vedere cio’ che mi interessa. Altrimenti spengo e la tv vado al bar !!!!!!!!

  10. ma non vi rendete conto che vogliono a tutti i costi demolire tutto ciò che è dello stato? hanno iniziato con il condono per gli evasori (=non pagate le tasse!) poi il canone rai (=pagate l’abbonamento a mediaset premium!) e tra 1 pò vi suggeriranno di non pagare i biglietti dei treni o i ticket sanitari negli ospedali pubblici (= venite nelle cliniche private convenzionate!). scusate, ma non capite 1 cazzo se date retta a qusta gente.

  11. Che vergogna l’Italia: tv di pessima qualità, trash e dobbiamo anche pagare….

  12. E se non lo paghi il canone son pure capaci di venire a sequestrarti i beni… Organizziamo una rivoluzione!!! Giorno 1 ottobre tutti i televisori spenti, così non facciamo far soldi nè a tv private nè pubbliche, almeno per un giorno!!!

  13. Io ormai non voto più da anni.

  14. Cosa c’entra, Carlos? Eppure i partiti “contro” il canone Rai ci sarebbero… basterebbe informarsi e non fermarsi alla logica superficiale del “sono tutti uguali” o del “tanto non cambierà mai niente”.

  15. “Sono tutti uguali” in senso relativo: l’unica cosa che li accomuna é il desiderio di potere e di denaro…Rare (o inesistenti?) le mosche bianche. Non é come secoli fa quando il politico era colui che si batteva per i diritti dei cittadini, era anche lui povero e non veniva neanche chiamato politico ma rivoluzionario (dalle rivoluzioni sono spesso conseguiti numerosi diritti). Oggi i politici sono strapagati, le donne politiche vanno in tv scociate e parlano tutti la stessa lingua (il politichese) ovvero tante belle parole ma pochi (e ripeto pochi, non zero) fatti.

  16. E’ vero….poveri noi..chissà dove andremo a finire….

  17. Vabbè, vedo che è cominciata la fiera dei luoghi comuni e delle frasi fatte. Povera superficiale Italia davvero 🙁

  18. E’ luogo comune, frase fatta e superficiale continuare a sperare in coloro (la classe politica) che hanno tutt’altro interesse che il bene del nostro Paese. Solo i cittadini, ribellandosi, possono fare qualcosa…ma in Italia vige l’omertà, specialmente al Sud e lo dico da meridionale e con tristezza.

  19. Il canone RAI è solo ed esclusivamente un RUBARE I SOLDI AI CITTADINI, ma vi sembra giusto che oltre ad incassare quantita di denaro spaventosa dai canoni, debbano incassare e quindi SCASSARE noi con le pubblicità ??

  20. da circa sei mesi non vedo la rai, vedo sola canali privati , da circa 2 mesi ho buttato il televisore all’isola egologica di roma 6 posso fare la disdetta rai perchè non voglio più sapererne della RAI anche perchè pago la tessera Premiun ho chiamato il numero verde perchè non vedo la rai, mi hanno risposto incazzati che dovevo chiamare un tecnico e dovevo pagare io, dopo 40 anni che pago l’abbonamento non c’e la faccio più , posso fare la disdetta , cosi quello che vedo pago mi poi rispondere? un saluto e bone feste.- N.B.dal 16 11 2009 non vedro mai niente . è non voglio comprare un altro decodere

  21. e una vegogna ti vengono a trovare fino a casa come se fossimo dei criminali x fatri pagare il canone e magari i delinquenti veri non hanno il coraggio di andarli nemmeno a trovarli…. e vergognoso mio padre e morto da 2 anni e continuano a mandarmi ancora fatture di pagamento… a proposito mi sapreste dire come devo fare a comunicarglielo magari se esiste un sito..ragazzi non pagate il canone rai e un ingiustizia prendiamo sky e mediaset se li vogliamo vedere li paghiamo altrimenti ci tolgono il segnale..se non l avete capito e cio che avverrà con l avvento del digitale terrestre non poremo + scappare altro ke lo fanno x la tecnologia che va avanti

  22. PAGO IL CANONE RAI, CAZZO CAZZO CAZZO NON VEDO UN CAZZO DOVE ABITO RIGUARDO AL DIGITALE TERRESTRE MENO MALE CHE HO SKY…

  23. Signori non capisco come mai ci sono gli evasori dato che oramai in ogni casa ci sono almeno due televisori e gli abbonamenti alle tv a pagamento
    Sono in crescita.
    Forse siamo fessi noi che paghiamo?

I commenti sono disabilitati.