Agenzia delle entrate impegnata su più fronti

di Redazione 1

Dodici mesi ricchi di attività per l’agenzia delle Entrate che ha confermato incassi dalla lotta all’evasione in linea con quelli dell’anno precedente. L’amministrazione finanziaria, oltre a scovare gli evasori, pensa anche al futuro con l’approntamento di nuovi strumenti, come lo spesometro e il redditometro, e all’attività di semplificazione amministrativa, con la revisione di oltre 30 adempimenti che dovrebbero essere cancellati o drasticamente semplificati.

 

 

Secondo i dati forniti dai dirigenti dell’agenzia gli incassi derivanti dalla lotta all’evasione a inizio dicembre si erano attestati intorno agli 11 miliardi di euro. Sebbene si sia avuta una lieve flessione dovuti dagli incassi dei ruoli, l’amministrazione pensa che alla fine l’introito sarà in linea con quello del 2011. Gli incassi derivanti dal contrasto all’evasione sono sempre cresciuti negli ultimi anni: Nel 2007 i miliardi scovati sono stai 6,4, nel 2008 7, nel 2009 in cassa sono stati  portati 9,1 miliardi e 12,7 nel 2011. Nell’anno che è avviato alla fine forse non si avranno record assoluti ma le entrate confermeranno il buon operato dell’agenzia.

 

In attesa di conoscere l’efficacia del nuovo redditometro adesso i fari sono anche puntati sul redditest, il recente software approntato dall’amministrazione finanziaria. Con quest’ultimo il contribuente è in grado di sapere in maniera autonoma se il reddito dichiarato è in linea con il reddito presunto e pertanto, per l’amministrazione ha una notevole forza preventiva. Tra Marzo e Aprile dovrebbe invece fare la prima comparsa il nuovo redditometro, anche se per l’entrata effettiva in vigore occorreranno alcune settimane, necessarie per preparare adeguatamente il personale.

 

Utile, sempre in vista di una maggiore collaborazione tra contribuente e agenzia, è anche l’aspetto delle semplificazioni delle procedure. Recentemente l’agenzia ha infatti previsto di semplificare circa 108 adempimenti e 35 di questi sono stati ritenuti duplicati e quindi da eliminare. L’agenzia punta molto su tali fattori in quanto la semplificazione viene comunque ritenuta un’attività che comporta costi e perdite di tempo per il cittadino (ed in questo internet potrebbe dare una notevole mano all’amministrazione).

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.