Scadenza codice fiscale

di Roberto Rais Commenta

codiceIl codice fiscale è stato recentemente oggetto di graduale sostituzione con la tessera sanitaria nazionale, un tesserino plastificato che è attribuito a tutti i cittadini che hanno diritto alle prestazioni del servizio sanitario nazionale. La tessera riepiloga tutti i dati anagrafici e assistenziali, e riporta anche il codice fiscale su banda magnetica e su bar-code. Vediamo dunque di chiarire qualche frequente dubbio sul codice fiscale e sulla tessera, e comprendiamo se abbiamo o meno una scadenza.

Per prima cosa, ricordiamo come la tessera sanitaria, oltre ad essere lo strumento per usufruire delle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale, ha la stessa validità del tesserino del codice fiscale da utilizzare in tutti quei casi in cui occorra esibirlo. Se pertanto avete sia la tessera sanitaria che il codice fiscale, portarli entrambi con sé è una mera duplicazione di strumenti.

Per quanto attiene alla domanda principale del nostro post, relativa alla scadenza della stessa tessera, evidenziamo come la durata dello strumento sia pari a cinque anni, salvo diversa indicazione da parte della Regione/ASL di assistenza. In prossimità della scadenza, viene automaticamente inviata una nuova tessera. Alla scadenza, vale comunque come tessera di codice fiscale, ma non permette di aver accesso alle altre prestazioni (a proposito di scadenze, vedi anche la scadenza del bollo auto).

Se, prima della scadenza, la tessera sanitaria è oggetto di smarrimento o di sottrazione, è sufficiente richiedere un duplicato presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate o mediante l’apposita procedura sul sito internet dell’Agenzia, all’indirizzo agenziaentrate.gov.it. La nuova sarà recapitata all’ultimo domicilio fiscale risultante all’Anagrafe Tributaria. In caso di mancata ricezione è opportuno rivolgersi ad un ufficio dell’Agenzia per verificare (ed eventualmente aggiornare) il proprio domicilio fiscale.

Per richiedere invece la propria prima tessera sanitaria (nel caso di un bambino appena nato), è sufficiente iscrivere il bambino presso la ASL. Se infine i dati anagrafici riportati sulla Tessera fossero errati, il cittadino potrà rivolgersi ad un qualsiasi Ufficio dell’Agenzia delle Entrate per chiedere la correzione.