Ravvedimento operoso Inps

 
Simone
26 June 2012

contributi Ravvedimento operoso InpsLa Legge Finanziaria relativa al 2011 ha introdotto di fatto un nuovo ravvedimento operoso in ambito fiscale: si tratta, come è noto, della procedura prevista per il versamento degli importi o delle tasse che sono stati omessi o pagati in ritardo rispetto alla scadenza originale, con sanzioni e interessi da aggiungere alla somma finale. In questo caso, si tratta del ravvedimento relativo a tutti i tipi di imposte, con la possibilità di una soluzione breve o brevissima (il cosiddetto “ravvedimento sprint”), ma cosa succede esattamente quando i ritardi e le omissioni hanno a che fare con i contributi previdenziali dell’Inps? Il fenomeno è diffuso, ma a dire la verità non esiste un vero e proprio ravvedimento come quello che è stato appena descritto.

LA CASSAZIONE INTERVIENE SUL RAVVEDIMENTO OPEROSO

Più precisamente, quando si verifica una situazione del genere, bisogna fare riferimento alla Legge 388 del 2000, vale a dire la Finanziaria per il 2001. Entrando maggiormente nel dettaglio di questo testo normativo, c’è da dire che l’articolo 116 (recante le misure per favorire l’emersione del lavoro irregolare), la lettera b dell’ottavo comma precisa come in caso di evasione connessa a delle registrazioni o delle denunce obbligatorie (anche quelle false), così come quando il datore di lavoro occulta i rapporti per non versare i contributi, bisogna pagare una sanzione di tipo civile, in ragione d’anno e pari a trenta punti percentuali, ma comunque mai superiore al 60% dei contributi non corrisposti.

PAGAMENTO INPS ARTIGIANO IN PASSIVO

La maggiorazione in tal caso è di 5,5 punti, ma soltanto se prima che siano state avviate le contestazioni si sia provveduto a una denuncia della situazione debitoria, avendo cura di versare i contributi previdenziali in questione entro trenta giorni dalla denuncia stessa. Non bisogna dimenticare, infine, gli interessi di mora, visto che una volta raggiunto il livello massimo delle sanzioni, essi gravano sul debito contributivo.