leonardo.it

Le Entrate toscane cambiano volto: nuove direzioni provinciali

 
Simone
23 gennaio 2010
0 commenti

agenzia-delle-entrateA partire dal prossimo lunedì cominceranno a essere attive le nuove direzioni provinciali che l’Agenzia delle Entrate ha istituito per Livorno e Massa-Carrara: l’operazione rientra, come di consueto, nel progetto nazionale volto a riorganizzare gli uffici locali su base provinciale, attraverso la predisposizione di nuove strutture, costituite da un ufficio provinciale adibito alle attività di controllo e da vari uffici territoriali. Proprio in riferimento agli uffici territoriali, bisogna aggiungere che essi sono destinati all’erogazione dei servizi e saranno precisamente tre per la Direzione provinciale di Livorno e due per quella di Massa-Carrara. Questo nuovo assetto organizzativo consente di suddividere l’ufficio dei controlli in un’area per l’accertamento fiscale e in un’area legale, la quale avrà soprattutto compiti relativi alle attività di contenzioso.

 

Per quel che riguarda invece gli uffici territoriali, questi ultimi svolgeranno principalmente delle attività di assistenza e di informazione nei confronti degli utenti che ne faranno richiesta, gestioni degli atti e delle dichiarazioni tributarie, oltre che dei vari rimborsi. Altre competenze che spettano agli uffici territoriali sono, inoltre, quelle relative al controllo formale delle dichiarazioni, gli accertamenti parziali su segnalazioni, le attività di controllo esterno per l’emissione di ricevute e scontrini e gli accertamenti sulle imposte di registro, sulle donazioni e sulle successioni. Per i rimborsi dell’Iva, compresi anche quelli relativi all’imposta sull’auto, la competenza spetta all’ufficio territoriale del capoluogo di provincia.

 

Le nuove direzioni provinciali di Livorno e Massa-Carrara fanno salire a sei il numero delle strutture istituite dall’Agenzia delle Entrate nella regione Toscana in sostituzione degli uffici locali preesistenti: bisogna infatti ricordare che sono già attive da alcuni mesi le direzioni di Grosseto, Pistoia, Prato e Pisa. Secondo Giuseppe Greggio, direttore regionale dell’Agenzia, le nuove strutture consentiranno un rapporto più efficace e puntuale tra cittadini e fisco, con una selezione più attenta per quel che concerne i soggetti da controllare e un maggior presidio del territorio.

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Commenti consentiti esclusivamente agli utenti registrati.