Cartelle Equitalia ora senza sanzioni e more

di Sofia Martini Commenta

I cittadini che parteciperanno alla rottamazione dovranno pagare il dovuto ma dalla somma saranno cancellati gli interessi e le sanzioni.

Nel corso del Consiglio dei Ministri che si è tenuto il 15 ottobre scorso il Premier Renzi ha annunciato la chiusura definitiva di Equitalia, la società di recupero crediti in parte di proprietà dell’Agenzia delle Entrate, per il 51 per cento, in parte di proprietà dell’INPS. Una risoluzione che aspetta ancora di trovare la sua forma definitiva ma che farà parte della Legge di Bilancio, da cui lo Stato spera di risparmiare circa 4 miliardi di euro. E per quanto riguarda i debiti dei contribuenti, ora le cartelle Equitalia saranno senza sanzioni e more.

equitalia

Uno sconto sulle cartelle Equitalia

Che cosa succederà quindi alla numerose cartelle che ancora giacciono sugli scaffali dell’Agenzia prossima alla chiusura? Quello che sembra profilarsi all’orizzonte per tutti i contribuenti che ancora hanno conti in sospeso con il fisco è una sanatoria straordinaria, che prevede il pagamento del debito ma senza sanzioni e more vessatorie, in vista di un più trasparente e amichevole rapporto con lo stato.

Questo passaggio dovrebbe avvenire nel corso dello stesso tempo previsto per il passaggio delle consegne dell’Agenzia stessa, ovvero un periodo di sei mesi a partire dal 2017. Nel triennio che sta per iniziare, quello 2016 – 2018 ci sarà quindi un nuovo patto di reciproca fiducia tra il Fisco e il contribuente, che porterà ad avvisare i cittadini prima ancora dell’ufficiale giudiziario.

I contribuenti saranno infatti bonariamente avvisati come già capita attraverso SMS nel caso un pagamento risulti non pervenuto e invitati a regolarizzare la situazione prima che partano i controlli dell’Agenzia e le relative sanzioni. I cittadini che parteciperanno alla rottamazione delle cartelle dovranno pagare il dovuto ma dalla somma saranno cancellate le voci relative agli interessi e alle sanzioni, che oggi sono in grado di far lievitare la cifra fino a tre volte il suo importo.

Dunque si può dire che in un certo senso alle cartelle Equitalia sarà applicato uno sconto: uno sconto che oscilla tra il 30 e il 50 per cento dell’importo della cartella stessa e interesserà 50 miliardi di crediti.